Lo scopo del D.P.R. 177/11 è quello di contenere le numerose e drammatiche morti sul lavoro negli spazi confinati o ambienti con sospetto d’inquinamento, ponendo l’attenzione sull’idoneità tecnico professionale delle imprese che operano in tali luoghi di lavoro e sulla necessità di una preventiva valutazione dei rischi.

Il Corso per Addetti ad Attività in Spazi Confinati o Ambienti Sospetti di Inquinamento è composto da una Parte Teorica, che tratta l’argomento da un punto di vista normativo/legislativo ai fini dell’identificazione e valutazione dei rischi illustrando le misure di carattere tecnico, quali procedure, dispositivi di protezione individuale ed una Parte Pratica che va ad approfondire la tematica della sicurezza nei Lavori in Spazi Confinati o sospetti di inquinamento, con l’uso di attrezzatura specifica, con simulazione del recupero dei lavoratori infortunati e di misurazione di inquinanti con specifico strumento.

Il Corso per Addetti ad Attività in Spazi Confinati o Ambienti Sospetti di Inquinamento – Teoria e Pratica viene svolto con metodo interattivo, coinvolgendo i partecipanti con esempi e simulazioni pratiche. Ciò, oltre a garantire i migliori risultati in termini di formazione e trasferimento di conoscenze, permette di adattare i contenuti del corso alle esigenze degli stessi partecipanti.

Durata: 8 ore

Destinatari: Lavoratori, Preposti, Dirigenti, RSPP, ASPP e RLS che effettuano e/o supervisionano i lavori negli spazi confinati o con sospetto inquinamento.

Attestati di formazione: Per ogni partecipante al Corso per Addetti ad Attività in Spazi Confinati o Ambienti Sospetti di Inquinamento, a seguito di superamento della verifica finale, verrà rilasciato un attestato di formazione valido per l’aggiornamento di Lavoratori, Preposti, RLS, Dirigenti, RSPP e ASPP ai sensi dell’Accordo Stato Regioni del 7/7/16 e come aggiornamento per i Formatori sulla Sicurezza ai sensi del D.I. 6/3/13.